Markus Sotto Corona

DSC_3590

Secondo Guido Marenco “Il soul è un prodotto di transfughi dalle chiese nere americane. E’ la stessa musica che semplicemente cambia le frasi dei suoi testi e gli oggetti della sua narrazione. Non più lodi a Dio ed invocazioni a Jesus, ma storie d’amore e di vita, storie profane, gioie e dolori dell’esistenza, spesso il gramo tirare a campà dei neri del ghetto..
Nel trapasso, qualcosa si perde e qualcosa si guadagna. Ed il pathos si mantiene. La forza del soul sta nel suo pathos intenso e del tutto particolare. L’interprete non si esibisce semplicemente in una canzone, ma recita una parte. Il soul richiede consumati attori, un po’ come l’opera lirica, ma con effetti meno ridicoli e plateali, anche se di non minore intensità.
Potremmo dire che il soul è la lirica del rock e del blues: in fondo non andremmo lontano dall’essenza della questione se pensate ad un capolavoro come Jesus Christ Superstar.”

Ho avuto il piacere di passare una giornata con la Soulful Orchestra Torino

Questo è quanto della loro anima sono riuscito a catturare

Read More

Il magnolia ha riaperto il palco estivo, non piove da ben 72 ore, reincontro di vecchi e nuovi amici, i casino royale sul palco; la mia idea di serata perfetta, in pratica

Read More

deproducers @ teatro dal verme - milano

Dall’incontro di 4 produttori del calibro di Vittorio Cosma, Gianni Maroccolo, Riccardo Sinigallia e Max Casacci nasce un progetto innovativo e coinvolgente, un connubio senza precedenti tra musica e scienza. Deproducers è una sorta di collettivo, al quale ha collaborato anche il superproduttore Howie B e lo strabiliante batterista Dodo Nkishi, che si ripropone di musicare dal vivo conferenze scientifiche raccontate in maniera rigorosa ma accessibile.

Read More